La grande fregatura del libero professionista che vuole fare l’imprenditore

Un libero professionista bravo che lavora bene riesce facilmente a tirar su una cifra di tutto rispetto che gli permette uno stile di vita più che dignitoso.

Magari non diventi ricco ma tirar su 3000/4000€ al mese non è difficile.

Anzi è relativamente semplice.

Devi lavorare, è chiaro. Non ti entrano i soldi in tasca perchè sei bello e le persone ti pagano. Ma se sei bravo, se risolvi casini alla gente, se dai valore aggiunto, insomma se sai fare il tuo lavoro è semplice arrivare a questo tipo di guadagni.

Però il problema caratteristico del lavorare da solo è che c’è un tetto a quello che puoi guadagnare in un mese. C’è proprio un limite oltre al quale è difficile andare.

Guadagnare 3000€ è facile, guadagnarne 15000€ è molto difficile.

Puoi farlo se diventi un campione del mondo nel tuo lavoro, ma significa diventare l’equivalente di Renzo Piano.

Quindi l’unica altra via che puoi percorrere per aumentare i tuoi guadagni è quella di strutturare il tuo lavoro come una vera e propria azienda.

Quindi passare da essere solo tu che fai il 90% del lavoro aiutato da qualche collaboratore in outsourcing, a te che organizzi e supervisioni il lavoro di un team di professionisti che lavorano per te.

E a questo punto c’è una fregatura.

Quando sei solo al lavorare basta letteralmente lavorare il doppio per guadagnare il doppio.

Oggi fatturi 3000€ e lavori 8 ore al giorno. Per arrivare a 6000€ basta lavorare 16 ore al giorno.

Nel momento in cui inizi ad assumere collaboratori e strutturarti meglio, per passare da 3000€ di guadagno a 6000€ devi fatturarne 15000.

Perché? Perché quando sei solo il margine di ogni ora lavorata resta uguale. Quando crei una struttura i margini di ogni singola vendita si abbattono:

– Devi pagare i collaboratori

– Devi coordinare tutto il lavoro

– Magari serve creare delle strutture (fisiche come l’ufficio, o virtuali come dei sistemi informatici che connettano i membri del team) per tenersi in contatto

– Il marketing che serve diventa diverso perchè ti serve attirare un numero maggiore di clienti.

Tutti questi pezzi hanno un costo che si va a mangiare un pò del margine che hai su ogni singolo euro in entrata.

E per questo qualsiasi imprenditore deve essere in grado di farsi bene i conti (non è un caso che uno dei pezzi fondamentali di SimpNess sono i numeri e che ci ho dedicato un percorso avanzato con il mio collaboratore Claudio Cerutti che si occupa nello specifico di questo).

Quindi la sfida non è come fatturare il doppio, ma è come fatturare 3/4/5 volte di più per permetterti di avere un guadagno extra che giustifichi lo sbattimento che stai avendo.

E per arrivare a questo servono due pezzi:

1) Un marketing potente che i permetta di attirare fiumi di clienti che ti portano soldi.

2) La tua azienda deve essere strutturata per poter accogliere e servire adeguatamente il fiume di clienti che il marketing può portarti.

Se manca uno di questi pezzi, semplicemente è impossibile ottenere il risultato.

Senza marketing non fatturi abbastanza, e senza struttura esplodi nel momento in cui i clienti che arrivano raddoppiano.

Di come fare marketing non te ne parlo perché non è roba mia.

SimpNess si occupa di preparare il tuo business a crescere.

E come si fa in pratica è quello che vedremo in questo episodio del podcast di SimpNess.

Il primo episodio della stagione 2017 si apre infatti con Mauro, un libero professionista che si occupa di consulenze per le multe.

In pratica funziona che quando ricevi una multa di qualche tipo la mandi a lui e ti fa una consulenza per capire se è possibile impugnarla e riuscire a non pagarla.

Oggi riceve un discreto numero di richieste ogni mese che gli permettono di guadagnare bene. Però la sua sfida sarà quella di strutturarsi abbastanza per passare da essere lui da solo che lavora ad avere un team di persone che eroghino il servizio per lui.

E per arrivare a farlo ci sono almeno due problematiche da risolvere:

– La prima è quella di creare una procedura operativa per trasformare un’attività complessa come una consulenza in qualcosa che anche altre persone possano imparare.

– La seconda è trovare collaboratori validi da assumere che sappiano fare il lavoro e che non costino più di quanto guadagna per ogni consulenza.

E queste sono il tipo di sfide che si risolvono con la metodologia di SimpNess.

Ecco cosa vedremo in questo podcast:

– Come individuare i punti di leva di un business.

– Come estrarre la struttura di una consulenza complessa e renderla eseguibile da una persona qualunque.

– Perché il lavoro alla base della delega ti permette di ottimizzare la selezione e la formazione dei dipendenti e quelli che sono i processi aziendali.

– Il programma “Solo i Migliori” applicato al caso specifico di Mauro.

– Il concetto (sempre non capito) che sta alla base del modello ad abbonamento.

– Come creare un abbonamento in un settore dove non è possibile creare vendite ricorrenti.

E oltre alle varie informazioni racchiuse in questo podcast c’è un pezzo extra che potrà tornarti utile: Mauro parla degli elementi che lo portano a contestare un verbale.

Quindi se sei una persona che ha preso una multa di recente o se ti è successo in passato e vuoi prepararti per la prossima volta, in questa puntata potresti scoprire come risparmiare un po’ di soldini la prossima volta che riceverai una multa!

Trovi il Podcast completo qui:

https://itunes.apple.com/it/podcast/simpness-podcast-che-velocizza/id1167167529?mt=2

Se vuoi far crescere la tua azienda allora DEVI ascoltare questo podcast e imparare ad applicare i processi SimpNess anche alla TUA impresa.
Ma quindi… come lo puoi ascoltare? ci sono diversi modi:

1) Se hai un iPhone.
Scarica l’applicazione per ascoltare i podcast che trovi qui:
https://itunes.apple.com/it/app/podcasts/id525463029?mt=8
Poi cerca “SimpNess” e iscriviti!

2) Se hai un Android.
https://www.youtube.com/watch?v=IEylubDoHcY

3) Purtroppo non è disponibile su Windows Phone, ma puoi scaricarlo su un qualsiasi pc Windows:
https://www.youtube.com/watch?v=DE9aBIFmIe0

Buon Ascolto!

Piernicola De maria

Creatore di SimpNess

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *